Temi affrontati

I LIBERI PENSATORI – GALILEO GALILEI

REGIA E DRAMMATURGIA: FRANCESCO TAMMACCO

INTERPRETI: Francesco Tammacco, Mariella Parlato e Pantaleo Annese, Rosa Tarantino, Vincenzo Raguseo, Leonardo Mezzina

MUPPETS: Matteo Altomare

MUSICHE ORIGINALI: Pantaleo Annese

SCENOGRAFIA: Nico Ciccolella

SCENOTECNICA: Francesco Patimo

Un’avventura attoriale ricca sia dal punto di vista drammaturgico /storico, sia scientifico / etico.

 

Il progetto scenografico punta alla sublimazione del codice simbolico ed è coerente con la bellezza delle forme e con l’Armonia delle cose esistenti, proprio come accade nel Cielo che Galileo tenta di conoscere con i suoi slanci immaginifici e genialmente intuitivi; gli attori si affidano al testo drammatico, sorvolando sulla sessualità di quest’ultimi consci di parlare il linguaggio delle Cose universali. Anche il gioco dello straniamento Brechtiano è rispettato, nella regia, nei costumi, nell’uso di forme ed oggetti scenici che come cunei parlanti si inseriscono a staccare forma e contenuto, attore e persona.

Questo è lo spettacolo del dialogo del Cielo e della Terra, di Dio e degli uomini. Anche la musica che attraversa lo spettacolo lo sottolinea ;come Icaro qui gli uomini appunto scherzano col fuoco. Però qui il fuoco non è quello acceso da un dio punitivo ma dagli uomini di potere che da infinito tempo soffiano “su quella nebbia madreperlacea di superstizione e di venerande sentenze”. Ci è risultato difficile comprimere alcuni passaggi drammaturgici che oggi forse risulterebbero pleonastici a vantaggio di una più fluida messa in scena teatrale . Lo spettacolo è attuale e oggi apre un vero scenario alle vicende legate agli scienziati che nel Novecento ma anche del nostro nuovo secolo hanno un po’ come Galileo dovuto cedere alla superbia del potere vigente (vedi Lise Meitner…). Così come appare evidente il ponte filosofico con le riflessioni teologico-filosofiche di Heidegger e Waldenfels oggi, più che mai, di assoluta modernità”. Francesco Tammacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Help us improve the translation for your language

You can change any text by clicking on (press Enter after changing)