Temi affrontati

ALTERITA’ E DIVERSITA’

REGIA, SCRITTURA SCENICA E DRAMMATURGIA: FRANCESCO TAMMACCO

MUSICHE ORIGINALI: Pantaleo Annese

SCENOTECNICA: Matteo Altomare

COREOGRAFIA: Benedetta Lusito

TRAMPOLIERA: Nicoletta Giancaspro

CON: Arianna Orvieto, Carlo Salvemini, Claudia Castriotta, Claudia Gadaleta, Domenico Esposito, Gaspare Binetti, Gemma Amato, Giulia Mastropasqua, Marco Sallustio, Martina Ciannamea, Melissa Nardiello, Michele Spadavecchia, Nicoletta Giancaspro, Pasquale Salvemini, Raffaele Antonucci, Roberto Palombella.

In un tempo indefinito, giunge su di un’isola abitata uno straniero.

E’ “una storia di tutti i giorni” nella quale ci viene narrato di un naufrago che approda ad un’isola, tramite una zattera di fortuna. Qui viene raccolto (non accolto), grazie all’intermediazione di un pescatore.

<<Perchè è giunto fin qui, da dove viene e soprattutto perché è qui!>>. Sono  gl’interrogativi che gl’isolani si pongono.

Allo  straniero verrà dedicata  un’accoglienza tutt’altro che pacifica. Lo straniero passerà così attraverso il più classico dei calvari: prima recluso in una stalla maleodorante, poi messo ai lavori forzati e infine cacciato senza pietà.

L’isola” è un grido forte, acuto contro l’intolleranza,  una parabola sullo scandalo quotidiano dell’indifferenza,  una picconata contro il muro dell’insensibilità e del più ottuso degli egoismi

Storia  scritta ed illustrata da Admin Greder per l’edizione “Orecchio acerbo: tema centrale l’alterità e la diversità.

Età indicata: dai 13 anni in poi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Help us improve the translation for your language

You can change any text by clicking on (press Enter after changing)